ECM corsi e congressi

Albi professionali

Attiva la PEC

Login area riservata iscritti

Odontoiatria e benessere mentale

di Maria Rosa De Marchi

Secondo una nuova ricerca, condotta dalla società di ricerche di mercato Extraction Solutions, i dentisti sarebbero la professione più a rischio per i disturbi mentali.

Salute mentale: quali problematiche sono coinvolte

Le problematiche collegate alla salute mentale negli odontoiatri sono state affrontate da diversi lavori scientifici: evidenze sempre più crescenti che rilevano un alto grado di vulnerabilità nella professione, che alcune stime indicano interessare fino al 10% dei professionisti1.

I fattori che minano il benessere psicologico possono essere stress lavoro-correlato, tensione, depressione, esaurimento emotivo e depersonalizzazione1. I dentisti devono gestire moltissimi elementi stressanti nella loro vita personale e lavorativa: fino all’83% di loro percepisce come “molto stressante” il lavoro e il 60% lo percepisce come “più stressante rispetto ad altre occupazioni”1. Gli elementi che causano stress sono identificati nel ritardo rispetto alle tabelle di marcia, l’intenso carico lavorativo, il fatto di causare dolore con le procedure chirurgiche e l’ansia stessa dei pazienti.

Dentisti e salute mentale durante la pandemia di COVID-19

Il rischio, allargato a tutta la classe medica, sembra essere peggiorato in seguito alla pandemia di COVID-19, una sfida senza precedenti per la società e che ha messo a dura prova la popolazione generale, ma soprattutto la categoria di professionisti sanitari.

Per quanto riguarda i dentisti, uno studio, apparso sull’International Journal of Environmental Research and Public Health e pubblicato lo scorso luglio, si è occupato di analizzare i sintomi depressivi di 735 dentisti italiani, reclutati per lo studio durante il periodo di lockdown primaverile e di età compresa tra i 27 e i 70 anni. I risultati hanno evidenziato una correlazione positiva tra insicurezza lavorativa percepita, paura del COVID-19 e sintomi depressivi2.

Per quanto riguarda gli elementi demografici considerati, sia l’età (p = 0,001) che gli anni di esperienza professionale (p = 0,001) erano correlati in modo negativo solo coi sintomi depressivi. Rispetto agli uomini, le donne hanno mostrato livelli maggiori di paura del COVID-19 (p < 0,001) e di sintomi depressivi (p = 0,037), ma livelli simili di insicurezza lavorativa. La conoscenza personale di una persona deceduta a causa del COVID-19 non ha mostrato differenze significative nelle variabili, mentre il numero di persone decedute per COVID-19 e conosciute personalmente ha mostrato una correlazione positiva con i sintomi depressivi (p = 0,026)2.

Attività lavorative: i risultati di alcuni sondaggi

Per quanto riguarda gli esercizi lavorativi, un sondaggio condotto dalla Irish Dental Association su 369 odontoiatri ha riportato che un quinto dei partecipanti durante il lockdown aveva chiuso l’attività in modo temporaneo o definitivo e che circa tre quarti del campione prevede una perdita finanziaria che supera il 70%2.

Allo stesso modo, da un sondaggio condotto su 356 odontoiatri italiani che si è occupata di comprendere le conseguenze emotive e pratiche della pandemia di COVID-19 sulla pratica dentistica, è emerso che durante il lockdown tutti i partecipanti avevano chiuso l’attività limitando le operazioni alle procedure urgenti e che il 92,7% dei pazienti avevano cancellato gli appuntamenti. I dati rendono plausibile l’ipotesi che i dentisti abbiano sperimentato alti livelli di stress dovuto all’insicurezza lavorativa2.

COVID-19: una situazione in evoluzione

La situazione della pandemia di COVID-19 sembra avere subito un nuovo e recente cambio di marcia. Con l’aumentare dei contagi degli ultimi giorni, la situazione sembra essere destinata a subire una nuova evoluzione. Inoltre, si affacciano di nuovo potenziali problematiche collegate alla capienza degli ospedali: negli ultimi giorni la crescita di ricoveri è stata quattro volte maggiore rispetto all’andamento nazionale.

 

Bibliografia

  1. Puriene et al. General health of dentists. Literature review. Stomatologija, Baltic Dental and Maxillofacial Journal, 9:10-20, 2007.
  2. Gasparro et al. Perceived Job Insecurity and Depressive Symptoms among Italian Dentists: The Moderating Role of Fear of COVID-19. Int J Environ Res Public Health. 2020 Aug; 17(15): 5338.
Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter