Uno studio sulle donne in post-menopausa correla il sito di accumulo del grasso e il rischio cardiovascolare

Il sovrappeso del lockdown

I bambini, e gli adulti, usciranno dal lockdown dovendo fare i conti con un pandemico aumento di peso dovuto ai ritmi più sedentari assunti in lockdown.

Un pesante carico.

Ce ne siamo resi conto un po’ tutti: sono pochi coloro che durante le chiusure legate alla pandemia hanno avuto la voglia, la costanza e l’opportunità di mantenersi in forma.

Sebbene i dati sull’eventuale aumento del peso dei bambini durante la pandemia siano scarsi, alcuni professionisti della salute hanno riscontrato segnali preoccupanti riguardanti un generico, diffuso, aumento di peso, in particolare nei minori: mancando l’insegnamento di persona, la didattica a distanza si è resa ancora più difficoltosa per quanto riguarda l’educazione fisica.

Anche la valvola di sfogo del gioco collettivo al parco o in cortile o ai giardinetti si è dovuta abbandonare in nome della salvaguardia immediata della salute.

Una perdita della routine quotidiana, a scuola e nelle attività extracurriculari, ha portato i bambini alla ricerca di un senso di controllo che, secondo gli esperti, molti hanno trovato nel mangiare.

“Uno dei modi in cui abbiamo riguadagnato una routine e un programma è stato, molto probabilmente, all’interno delle nostre famiglie, per molte persone intorno ai pasti” (vedi).

Resilienza alimentare.

Se pensiamo alle strategie per sopportare meglio i lockdown (in particolare per il primo, dato che nei successivi sembra esserne passata la voglia) tornano alla mente le corse al lievito, il pane e la pizza in casa, i meme su tutti i cuochi improvvisati. Mentre molti hanno cominciato a concedersi cibo spazzatura.

Gli appuntamenti virtuali hanno reso difficile per gli operatori sanitari condurre le loro valutazioni regolari di altezza e peso. Ma la ricerca ha dimostrato che i bambini tendono ad aumentare di peso durante periodi sedentari prolungati come le vacanze estive, quando meno si esercitano regolarmente attraverso sport organizzati e educazione fisica.

Un problema di gestione.

Il lockdown rende anche difficile fronteggiare i problemi alimentari per i genitori, che si trovano da soli, ad affrontare eventuali difficoltà al riguardo del peso dei loro figli. Chi è impreparato può contribuire a peggiorare involontariamente i disturbi alimentari e le malattie come l’obesità, che hanno le loro conseguenze sulla salute fisica e mentale dei bambini.

Tuttavia, ci sono modi in cui i genitori possono aiutare i loro figli a tornare a uno stile di vita più sano.

Si tratta di parlare meno e di dare più l’esempio, secondo gli esperti.

Parlare in astratto di fattori di rischio come il diabete di tipo 2 e le malattie cardiache, non funziona davvero, soprattutto con i bambini più piccoli.

“Il fatto è che i bambini sanno di essere più pesanti dei loro coetanei. Si accorgono di avere il fiato corto”.

La vita sana parte da casa.

Al contrario, i genitori possono instillare buone abitudini come fare esercizio fisico un’ora al giorno o mantenere la casa rifornita di cibi più sani.

In ogni caso, ritmi più sani dovranno essere ripresi alla fine delle emergenze, e dove i genitori siano stati più indulgenti, come nel caso delle ore concesse davanti agli schermi di televisioni e computer, si spera che tornino all’attenzione pre-pandemica.

Fonti.

https://www.npr.org/2021/03/21/979643377/how-parents-can-address-kids-pandemic-weight-gain

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter