Il compleanno del chirurgo

I fatti privati del nostro chirurgo non dovrebbero influenzare ciò che capita in sala operatoria, ma secondo uno studio, conviene almeno evitare il giorno del suo compleanno.

Chirurgia di festa.

La chirurgia gioca un ruolo fondamentale nell’assistenza sanitaria, con circa l’11-30% del carico globale di malattie che richiedono cure chirurgiche, anestesia o entrambi (vedi). Tuttavia, la qualità delle cure chirurgiche non è sempre ottimale: il 5-10% dei pazienti sottoposti a chirurgia ospedaliera muore dopo la procedura, e il 20-30% dei pazienti soffre di complicazioni. Di queste complicazioni, il 40-60% è considerato evitabile mentre si stima che il 20-40% dei decessi dopo le procedure chirurgiche sia prevenibile.

Sebbene molti fattori a livello di sistema e del singolo medico influenzino gli esiti chirurgici, il ruolo della distrazione è stato sottoposto a poca indagine empirica. Le distrazioni sono comuni in sala operatoria, inclusi il rumore (per es. chiamate dal reparto, segnali acustici), problemi con l’attrezzatura e conversazioni non pertinenti alla procedura chirurgica.

Sebbene gli esperimenti di laboratorio abbiano dimostrato che le distrazioni possono avere un effetto dannoso sulle prestazioni dei chirurghi, come il tempo necessario al completamento dell’attività, gli errori chirurgici e l’accuratezza, sono limitate le indagini empiriche, che utilizzino dati del mondo reale, su come le distrazioni durante l’intervento chirurgico influenzino la prognosi del paziente. Al di fuori dell’ambito medico, molti studi hanno scoperto che le distrazioni dovute a fattori estranei, compresI il clima e risultati sportivi, hanno un impatto significativo sul processo decisionale delle persone.

Uno studio pubblicato su BJM analizza indirettamente questa problematica, valutando il rapporto tra operazioni svolte durante il giorno del compleanno del chirurgo e la prognosi infausta dei pazienti.

Per testare questa ipotesi, sono stati utilizzati i dati nazionali sui beneficiari Medicare di età compresa tra 65 e 99 anni negli Stati Uniti che sono stati sottoposti a uno dei 17 interventi chirurgici comuni tra il 2011 e il 2014, collegati alle informazioni sui compleanni dei chirurghi, per esaminare se la mortalità postoperatoria dei pazienti differiva per gli interventi chirurgici eseguiti nei compleanni dei chirurghi rispetto agli altri giorni dell’anno.

Lo studio.

È stata valutata la mortalità postoperatoria del paziente a 30 giorni, con aggiustamento per le caratteristiche del paziente e dell’intervento.

Sono state analizzate 980876 procedure eseguite da 47489 chirurghi. 2064 (0,2%) delle procedure sono state eseguite in occasione del compleanno dei chirurghi. Le caratteristiche dei pazienti, inclusa la gravità della malattia, erano simili tra i pazienti sottoposti a intervento chirurgico il giorno del compleanno di un chirurgo e quelli sottoposti a intervento chirurgico in altri giorni. La mortalità complessiva a 30 giorni non aggiustata nel giorno del compleanno del chirurgo è stata del 7,0% e quella negli altri giorni del 5,6%. Dopo aver calibrato le caratteristiche del paziente e dell’operazione (confrontando i risultati dei pazienti trattati dallo stesso chirurgo in giorni diversi), i pazienti che hanno subito un intervento chirurgico il giorno del compleanno di un chirurgo hanno mostrato una mortalità più elevata rispetto ai pazienti che hanno subito un intervento chirurgico in altri giorni (tasso di mortalità aggiustato, 6,9% vs 5,6%).

Conclusioni.

Tra i beneficiari di Medicare che sono stati sottoposti a comuni interventi chirurgici di emergenza, quelli che hanno ricevuto un intervento chirurgico il giorno del compleanno del chirurgo sono soggetti a una mortalità più elevata rispetto ai pazienti sottoposti a intervento chirurgico in altri giorni.

Questi risultati suggeriscono che i chirurghi potrebbero essere distratti da eventi della vita che non sono direttamente correlati al lavoro, e che, nel dubbio, sia sempre buona norma chiedere la data di nascita al proprio chirurgo.

Fonti.

https://www.bmj.com/content/371/bmj.m4381

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter